A PROPOSITO DELLA DANZA E DEL BALLO

La Danzaterapia secondo il metodo di Maria Fux, danzatrice e coreografa argentina

La danza è un insieme di movimenti ritmici del corpo eseguiti in gruppo o individulamente con    finalità rituali,estetiche o per puro divertimento.E’ accompagnata da musica o da canti che ne  scandiscono il ritmo e ne integrano il significato.  Può essere eseguita secondo un piano prestabilito (coreografia) o attraverso l’improvvisazione.E’ presente in tutte le culture umane associata  alla manifestazione teatrale o alla musica.Nella tradizione della danza popolare viene chiamato ballo. Fin dall’antichità la danza fa parte  dei rituali,della preghiera, dei momenti di aggegazione  collettiva o tra gruppi di persone.

La danza è un importante mezzo di espressione globale della persona,una forma di manifestazio-   ne delle dimensioni profonde della natura umana.La capacità di sostenere il beneessere attraverso la manifestazione delle emozioni era nota in molte popolazioni primitive che attraverso i balli  tradizionali esprimevano i propri stati affettivi personali o di gruppo.

L’uso terapeutico della danza risale a tempi recenti,l’inizio del Novecento,per il contributo di due   ballerine professioniste di “modern dance”che hanno posto l’attenzione sul piacere di ballare e la   sensazione di benessere che la danza riesce a dare attraverso forme spontanee di movimento. Ha  preso il nome di Danzaterapia. Si sono sviluppate poi altre forme di terapia come la Danzamovientoterapia, la Danza Espressivo-Relazionale…Sono caratterizzate da metodi e approcci diversi in rapporto alle finalità che vogliono perseguire, usando in sostanza comunicazioni non verbali e la possibiltà da parte del terapeuta di osservare molte caratteristiche individuali quali gli stati d’animo e   tratti di personalità.Sono rivolti in genere a persone con disturbi psichici.

I principio base della danzaterapia è l’unità mente-corpo.I movimenti del corpo e degli arti nello  spazio e l’interazione  con il gruppo sono collegati allo stato emotivo,alla personalità del soggetto,nonché al contesto ambientale. Favoriscono  il cambiamento emotivo del comportamento e in ge-  nere hanno un effetto favorevole sulla percezione del bene-essere psico-fisico.

Particolare interesse per gli ammalati di Parkinson è la Danzaterapia secondo il metodo di Maria Fux, danzatrice e coreografa argentina.Il metodo è seguito con successo anche in Italia e molti sono    i gruppi organizzati a tale scopo dalle associazioni dell’Unione Parkinsoniani italiane. Esiste una sede  anche a Verona.La Malattia di Parkinson,neurodegenerativa,compromette nel tempo la qua-  lità di vita del paziente: i disturbi del cammino,la coordinazone dei movimenti,i disturbi posturali…   Il metodo,attraverso la danza creativa che nasce dall’individuo e si estende al gruppo con stimoli relazionali ed espressivi stimola le funzioni residue,aumenta la autostima e una visione positiva delle proprie capacità,riapre la disponibilità alle relazioni sociali,precedentemente accantonate.

                                                                         Gianluigi Veronesi-Verona,30.11.2017

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Si informa che lo scroll, e la continuazione della navigazione valgono come accettazione.

Chiudi